Pioggia d’acqua dolce

Roma, 18 novembre 2010

Piove.Di una pioggia sottile come fili di lana. Una pioggia soffice, poco rumorosa.

Passeggio su questi sanpietrini umidi, che raccontano la storia di mille passi, di viandanti in questa città senza pazienza.

Tacchi frettolosi, ciabatte polverose, scarponi pesanti, scarpe sportive da turista.

Tutto emerge dalle crepe bagnate di questi frammenti di pietra dura, sconnessa, livida.

Passi come occhi spalancati sul vuoto-pieno della storia, riflessa su una pozzanghera d’acqua dolce.

Noi siamo lì, intrisi di quella pioggia che ora se n’è andata, siamo quella goccia che brilla.

akro 2010

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.